Passo del Brattello - Due Santi

  • Partenza/Arrivo: Borgotaro/Borgotaro (PR)
  • Tempo: h6
  • Dislivello: m1600
Partendo sempre da Borgotaro e dal Tolasuldolsa, si prende a dx per il P.so del Brattello Dopo 12 km di asfalto con pendenze medie, si raggiunge il passo e si gira a dx sullo sterrato. Un paio di km dopo, si prende a dx seguendo i segnavia “Passo due Santi” Si rimane sul sentiero di crinale (CAI 00) sino al “Passo del Borgallo” Da qui si abbandona il crinale (impercorribile in bici) e si prende a sin su un ripido sterrato sassoso. Giunti al primo bivio si gira a dx su sterrata dal fondo compatto che sale più o meno dolcemente raggiungendo un nuovo bivio. Si gira ancora a dx e si sale sino alla “Fontana Cilente” Ritornano i segnavia “Passo due Santi” da seguire fino ad una diramazione ad “Y”. Tutte e due raggiungono lo stesso punto. Quella di dx è più segnata dal passaggio di moto da enduro e quindi più facile da seguire mentre quella di sin raggiunge un boschetto dal quale non è semplicissimo uscire. Circa nel punto in cui si congiungono (stando su quello di dx anche prima) occorre salire spingendo la bici su una rampa per una trentina di metri. Dopo poco spiana e si può pedalare più agevolmente. Inizia quindi un lungo tratto (tutto pedalabile con un po’ di tecnica e di gambe) dove si alternano discese e salite con terreno variatamente smosso ma sempre pedalabili. Il sentiero diventa sterrato largo che a sua volta sale e scende con ripidi strappi e veloci discese sino all’ultima, più lunga, che finisce nel piazzale dei “Due Santi”. Quindi si risale la pista da sci con lo stile preferito (spinta,zigzag pedalato, mongolfiera o quant’altro) sino a raggiungere la fine del vecchio impianto. L’imbocco del sentiero rimane sulla dx del medesimo. Ci si infila nel bosco e dopo una piccola salita, si comincia a scendere su un sentiero largo ma battuto solo sulle traiettorie delle due ruote che lo percorrono. Anche questo sentiero sale (poco) e scende lentamente e, seguendo attentamente le tracce, si arriva ad una esse profondamente scavata che ci porta ad uno sterrato che andrà percorso sino all’arrivo ad un rifugio sulla dx dove si troveranno segnavia indicanti “Fontana del Fò”. Seguendo i segnavia, si raggiunge un ampio piazzale e tenendo la sin si imbocca un largo sterrato che porta ad Albareto. Conoscendo bene i riferimenti,appena inizia l’asfalto si può cercare di prendere la pista di DH creata appositamente che porta a sua volta ad Albareto. Una volta raggiunta Albareto, si percorre la strada principale sino al bivio della provinciale che girando a dx riporta, dopo 7 km, al Borgo. Il giro è durato 6 ore circa con un dislivello (considerando i su e giù) di circa 1600 mt.. Il dispendio energetico è alto ed occorre rifornirsi d’acqua prima di affrontare il pezzo dal Passo del Brattello ai 2 Santi dove si trova acqua nuovamente.    
Ricevi sulla tua mail offerte e notizie dai Bike Hotels per girare l'Italia in bicicletta
Go to top